Sapori del Vesuvio - Medium

Sapori del Vesuvio - Medium

Prezzo di listino
€82,90
Prezzo scontato
€82,90
Prezzo di listino
€123,00
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse.

1 IGP Campania Primitivo (Lava di Fuoco) 2017

100% uve primitivo, 12 mesi di affinamento in barrique, 3 anni di affinamento in bottiglia.

2° classificato concorso enologico regionale "Lucio Mastroberardino", giugno 2018, per i vini rossi con uno o più anni di invecchiamento;

3° classificato al concorso nazione “Venere Callipigia”, Palermo, novembre 2018;

3 Cornetti, Guida curata dall’AIS dei vini della Campania 2020;

Abbinamenti: ottimo con carne alla brace, selvaggina, ragù, può essere abbinato a dell'ottimo cioccolato fondente. Vino da meditazione da accompagnare con un sigaro.

Gradi Vol. 15%

1 Vesuvio Caprettone DOP 2020

100%  uve da vitigno Caprettone con macerazione sulle bucce (vinificazione in rosso), dal colore giallo paglierino tendente all’oro, corposo, armonico ed elegante. Affinamento in acciaio ed in bottiglia per 6/8 mesi.

Abbinamenti: si adatta sia a pietanze a base di pesce, ma consigliato anche su carni bianche come coniglio, tacchino e simili, o formaggi a pasta molle.

Gradi Vol. 13%

1 Vesuvio Aglianico DOP 2019

100% uve Aglianico,12 mesi di barrique, affinamento in bottiglia per altri 12 mesi.

Abbinamenti: perfetto con zuppe, caldarroste, carne rossa, formaggi più delicati a pasta dura come il grana e salumi piccanti.

Gradi Vol. 13%

1 Barattolo di Pomodorino Rosso e 1 Barattolo di Pomodorino Giallo di collina

Ormai diventato un must della gastronomia italiana. Uso poliedrico in cucina , per impreziosire ed insaporire piatti a base di pesce , spaghetti pomodorino e basilico, bruschetta con pomodorino e olio evo, pizza napoletana con pomodorino a filetto e mozzarella di bufala.

1 Passata di Pomodorino Rosso di collina

Prodotta con pomodorini selezionati uno ad uno, poi bolliti e passati secondo ricetta della tradizione.

1,5 kg di Pomodorino del Piennolo

Varietà autoctona tipica del Vesuvio, con bacca piccola ovoidale che termina con un “pizzo”, caratteristica genetica di tutti i frutti che crescono in ambienti poveri di acqua.

Questa caratteristica consente di conservarsi integri per lunghi periodi, da luglio (periodo di raccolta) fino al mese di aprile dell’anno successivo.

Raccolti e depositati in estate, in autunno sono poi intrecciati a mano sullo spago che costituisce il famoso “piennolo”.

Utilizzo: ottimo per bruschette con olio evo, spaghetti o paccheri ai frutti di mare. Ottimo anche per preparare un brodo vegetale o da utilizzare sulla pizza tagliato a filetto abbinato alla mozzarella di bufala.